Che cosa è un rito?





Un Rito è una struttura iniziatica molto precisa, cesellata nel corso dei secoli da saggi iniziati e che ha per obiettivo quello di aiutare il massone a svilupparsi su tutti i piani: morale, etico, sociale e soprattutto spirituale.
Standard d'Ecosse





Il rito Standard di Scozia è il rito attualmente praticato dai Massoni di Scozia ed è praticato a livello mondiale praticamente in tutti i continenti (300.000 Fratelli nel mondo di cui 150.000 in Scozia) ; fa parte della famiglia dei riti Anglosassoni ed alla stessa stregua del rito Emulation rappresenta il rito praticato dagli Inglesi.La sua grande peculiarità è quella di aver mantenuto una continuità tradizionale, culturale e geografica sin dalle sue origini che sono di molto antecedenti alla nascita in Francia della Massoneria del 1717 a Londra.
Questa Massoneria di Scozia discende, per quel che sono le fonti note, dagli Statuti di Shaw del 1598/1599 e dunque risale sino alla Loggia di Kilwinning, la Loggia madre di tutte le Logge (n°0 numero “ nothing “) come dicono gli Inglesi.
La Massoneria operativa e la massoneria originaria della Scozia hanno dunque influenzato la nascita e la diffusione della massoneria dal XVII al XIX secolo.
Questo rituale è pervaso di forti influenze della cultura scozzese e quindi l’atmosfera generale è pervasa dalla profondità dei miti che circondano la Massoneria e la Scozia. Lo Standard ( così chiamato – T – fra massoni) è un rito di gioia e di convivialità e pone l’accoglienza dei visitatori come una cerimonia a sé.
Ma il rigore è richiesto da una ritualità che fa leva sulla memoria, il tutto prima di un secondo livello di percezione e fa emergere al livello della forma questa giovialità fraterna intorno al rito.
Da un punto di vista spirituale la forma è teistica, il fondo è deista.
Il Grande Architetto si manifesta con il nome di “ Dio “, ma non impone una religione particolare, anche se nella dimensione mitica dell’insegnamento i riferimenti sono derivati ​​per una gran parte del Vecchio Testamento.
Il rapporto del massone “ scozzese “ verso Dio deve essere positivista.
Di fronte a Dio si può dubitare ma si deve sperare “ .., progredire sulla via della Massoneria con l’aiuto di Dio…”.
Questa terminologia è stata spesso fraintesa dalle culture continentali moderne.
In effetti , la Scozia , l Inghilterra e la Francia , in particolare , hanno avuto diversi cambiamenti sociali, complessi e talvolta dolorosi, nei confronti delle relazioni con la religione di stato.
Lo Standard spiega compiutamente la simbologia massonica “ sotto il velo dell’allegoria “.
Per questo approccio più sintetico che analitico dei simboli si capirà più facilmente, per analogia, che la messa in moto permanente dei simboli pone l’allegoria in rapporto con i simboli come la musica con i numeri.
Tutto ciò accresce il senso, già acquisito, che lo Standard non è intellettualizzante e che è soprattutto di difficile intelletualizzazione.
La Fratellanza e la Convivialità sono elementi dominanti dello spirito dello Standard.
Arrivato fiduciariamente in Francia nel 1986, fa parte dei Riti praticati dalla GLTSO dal 2004.
Non è per falsa modestia che alcuni dicono “ Rito Standard “ e non “ Rito Standard di Scozia “.
In primo luogo il peso dei miti è molto forte e va oltre lo scopo della nostra indagine massonico speculativa. In secondo luogo, l’aggettivo Scozzese ha diversi significati nel linguaggio massonico.
Per noi il riferimento al nome nel nostro rito sta a significare Scozia come paese fisico, niente di più, da non confondere con la parola “ scozzese “, che spesso nel nome di un rito rappresenta il termine “ Scozzesismo “ che riguarda un altro tipo di influenza della Scozia sulla Francia.
Nel merito, Fraternità , Carità e Verità sono i tre principi guida del rito.
Nel modulo, la Loggia è una sorta di teatro iniziatico, che porta la luce attraverso il velo dell allegoria per mezzo dei simboli, pervaso dalla gioia e convivialità.
In un contesto di "Slow march" scozzese e di un fervore quasi religioso, lo Standard è un rito di cuore ! Il cuore non può concepire, prima che all occhio sia permesso di vedere ?
Copyright © Grande Loge Traditionnelle et Symbolique Opéra | Mentions Légales