Che cosa è un rito?





Un Rito è una struttura iniziatica molto precisa, cesellata nel corso dei secoli da saggi iniziati e che ha per obiettivo quello di aiutare il massone a svilupparsi su tutti i piani: morale, etico, sociale e soprattutto spirituale.
Ecossais Rectifié





D’ispirazione cristiana si richiama ad un ideale cavalleresco con particolare riferimento alla rettitudine ed al senso del dovere. I gradi che contraddistinguono il progresso nel percorso vengono raggruppati sotto il titolo generale di Rito Scozzese Rettificato.

Bisogna sapere che la nostra Gran Loggia, alla fondazione, praticava esclusivamente il Rito Scozzese Rettificato nei tre gradi di Apprendista, Compagno e Maestro.
I Rituali utilizzati erano e sono quelli depositati alla Biblioteca Nazionale di Parigi con i numeri FM 4/514 à FM 4/532.
La G.L.T.S.O. è orgogliosa di essere il custode inamovibile dei valori fondamentali di questo rito nella sua progressione, nella sua etica e nella sua autenticità.
Alcuni vedono in questo Rito la presenza di un dogma nel momento in cui confermiamo il suo carattere cristiano. E’ vero che questa essenza cristiana, quasi celata al momento dell’iniziazione, s’accentua, si afferma e si esalta man mano che si procede nel percorso iniziatico, tuttavia questo cristianesimo, proprio della Massoneria, non deve essere confuso con il cristianesimo dogmatico nato dalla spiritualità umana; il riferimento è posto molto di più sulla tradizione culturale della civiltà occidentale che sulla confessione religiosa e non può e non deve dunque esserci alcun collegamento con il rigorismo che riguarda il rispetto incondizionato e cieco di regole morali austere caratteristiche di religiosi che hanno causato e continuano ancor oggi ad essere origine di guerre di religione aberranti e assassine con il pretesto dell’ortodossia.
L’invito è, per noi, al contrario – come affermato nei nostri rituali – a praticare l’Amore per il bello ed il buono, Amore che non vuole far distinzioni di razza, etnia, o continente, Amore che ignora le confessioni religiose, Amore cosmico come ci descrive la visione paradisiaca di Dante, Amore che è la quintessenza degli insegnamenti descritti più volte nei libri della Legge Sacra di tutte le religioni, Amore per il prossimo che è la piena attuazione di questa Legge e che unito alla beneficienza ci preserva dall’indifferenza alienante e distruttrice.
Amore la cui la pratica ci renderà dei seguaci della legge reale e renderà giuste e perfette le nostre azioni.
La nostra Massoneria è un Ordine iniziatico fra gli altri alla ricerca della Verità Universale per mezzo di un percorso che le è proprio e che passa attraverso il miglioramento e l’elevazione dello spirito umano di cui si fa carico.
In ogni caso l’appartenenza alla Massoneria non ci impone una rinuncia a qualcuna delle credenze che sono nel nostro intimo e che possiamo professare al di fuori del Tempio, ma i nostri principi di giustizia, temperanza, prudenza, tolleranza, ci vietano di richiedere agli altri l’accettazione delle nostre credenze con l’ esclusione di quelle che ci impongono il rispetto dei sentimenti particolari di ciascuno.
Con il Fratello DITFURTH, intervenuto di persona al Convento di WILHELMSBAD, possiamo dire: “ Sono convinto che la Religione Cristiana è il vero fondamento della Massoneria, ma sono ugualmente convinto che il Maestro Divino di questa vera Religione ha realizzato il suo Sistema basandolo sull’amore fraterno e sull’indulgenza “. (Atto 106 dell’allegato di Protocollo del Convento di WILHELMSBAD
Copyright © Grande Loge Traditionnelle et Symbolique Opéra | Mentions Légales